Foto del monte cavallo

Club Alpino Italiano

Sottosezione di Aviano

Castelgomberto e Monte Fior (1824 m)

Altopiano dei Sette Comuni

Domenica 4 giugno

Questo è un percorso che unisce Paesaggio e Storia, poiché su queste panoramiche creste erbose sono state combattute importanti battaglie durante la Prima Guerra Mondiale e tuttora sono visibili postazioni, trincee ed opere belliche.

La gita inizia tra Foza e Gallio , in località Campanella (1000 m), dove si prende il sentiero CAI 861, che risale lungamente la val Miela. Inizialmente il percorso sale nel bosco e poi sbuca sul terreno aperto dei pascoli di Malga Slapeur (1628 m).

Qui si devia a sinistra per una traccia che attraversa i prati cosparsi di rocce affioranti, i camminamenti di guerra e le trincee , in direzione della cima del Castelgomberto (1771 m) dove è situato un monumento al Gen. Turba, qui caduto nel 1917.

Proseguendo lungo la cresta erbosa si scende a Forcella Stringa e poi si risale fino ai 1824 m del m. Fior, sempre tra evidenti resti bellici, postazioni, gallerie e trincee. L'ultima elevazione della dorsale è il m. Spil, 1808 m, da cui si scende più decisamente fino a raggiungere Casera Montagna Nova, 1724 m, dove si incontra la stradina di collegamento che ci riporta a Malga Slapeur.

Quest'ultimo tratto ci porta a visitare la Città di Roccia, una lunga serie di affioramenti rocciosi calcarei (rosso ammonitico) caratterizzati da numerore e sottili stratificazioni orizzontali, quasi a sembrare delle pile di lastre accatastate le une sulle altre.

Da malga Slapeur si ridiscende la Val Miela fino a tornare al punto di partenza.

In caso di maltempo la gita è passibile di variazioni.

Informazioni o iscrizioni alla gita si possono ottenere presso la sede C.A.I. di Via Ospedale n° 6 il venerdì sera dalle 18.30 alle 19.30, per e-mail o telefonando al capogita (numero di telefono in bacheca sede CAI)

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS! Questo sito è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. Creative Commons License